A BergamoScienza torna La Scuola in Piazza

 

Sabato 2 e Domenica 3 ottobre ci sarà la VII edizione di "La scuola in piazza", il format dedicato a bambini e studenti di ogni età che aiuta a scoprire il mondo della scienza e le sue applicazioni dentro le scuole. Fortemente desiderata e voluta sia dagli Istituti Scolastici che dall’associazione BergamoScienza, l'appuntamento torna quest'anno in presenza nella consueta cornice del Sentierone, occupandone entrambi i lati. 22 scuole animeranno le due giornate con esperimenti scientifici, exhibit e attività interattive che daranno vita ad una vera e propria fiera scientifica on the road.

Accanto a loro i contributi BergamOrigami, Fondazione SAME e Fondazione Dalmine.

Grazie a La Scuola in Piazza ognuno avrà la possibilità di avvicinarsi al mondo della scienza, imparando divertendosi e scoprendo quanto è interessante e stimolante fare scienza a scuola.

La Scuola in Piazza si svolgerà sabato 2 ottobre dalle ore 14:00 alle 18.00 e domenica 3 ottobre dalle ore 10:00 alle 17:00.

 

L'appuntamento è organizzato dall'Associazione BergamoScienza con la collaborazione dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo.
Si ringrazia: Fondazione SAME.


 

Mostre fotografiche

 

Sabato 2 ottobre inaugurano in Piazza Vittorio Veneto a Bergamo due mostre che resteranno allestite fino al 17 ottobre.

La visita è libera per entrambe le esposizioni.

 

Controfigure. Cellule, tessuti e le loro imitazioni

Lo sapevi che molti oggetti che ci circondano – nati attraverso processi naturali o per ingegno della mente umana – assomigliano in modo straordinario alle strutture che compongono il nostro organismo? Spugna, tronco d’albero, anemone di mare, pluriball, cavo elettrico e tanti altri, sono vere e proprie controfigure di cellule e tessuti! E possono dirci moltissimo su come è fatto e come funziona il corpo umano. La mostra "Controfigure" è un viaggio tra coloratissime immagini di microscopia e oggetti quotidiani, per scoprire che nel nostro universo nessuna idea – specie se particolarmente ingegnosa! – viene sprecata, che forma e funzione sono profondamente legate tra loro e che all’origine delle moderne tecniche di microscopia si nascondono storie incredibili di meduse, pirati e metalli preziosi.

Organizzazione: Università Vita-Salute San Raffaele e IRCCS Ospedale San Raffaele

 

A che punto è la notte?

L’astrofotografia è una tecnica che produce immagini con una duplice valenza: se da un lato sono affascinanti ed emozionanti, dall’altro sono ricche di dettagli astronomici. Così la scelta degli scatti esposti in questa mostra ha tenuto conto non solo della bellezza, ma anche del loro contenuto scientifico delle immagini. Esse provengono da fotografi, ricercatori ed esperti di alcuni dei principali osservatori astronomici italiani, sia professionali che amatoriali. Le informazioni scientifiche sono fornite, nelle didascalie e nell’audioguida gratuita, raggiungibile dal proprio smartphone tramite appositi QR code. Lo scopo dell’esposizione è comunicare il livello di conoscenza del cosmo attuale, illustrando gli strumenti e le tecniche, per capire dove si attestano oggi le frontiere della ricerca astronomica, cioè fino a che punto abbiamo osservato la notte.

Organizzazione: Associazione Culturale Physical Pub